LINEA ROLLER E FILTRANTI

Superficie e bordo dritto

Massello autobloccante a doppio strato, o doppio strato quarzato, anche con calcestruzzo filtrante, con spigolo superiore dritto.

ico_linea-roller-filtranti

logo-dry-out

Nuovo pavimento con tecnologia drenante

spiegazione-dry-out

Elevato potere drenante

La particolare matrice del calcestruzzo che compone questo massello autobloccante, lo rende idoneo a drenare elevate quantità d’acqua superficiale nel terreno sottostante (se opportunamente preparato) non gravando così nel sistema fognario e tutelando il naturale ripristino delle falde freatiche. La superficie rimane così asciutta e sicura al transito, evitando fenomeni di ristagno o di aquaplaning superficiale.

Rispetto del ciclo
delle risorse naturali

L’opportuna stratificazione del terreno di allettamento garantisce il regolare deflusso dell’acqua nella falda sottostante ed abbinata alla particolare struttura del calcestruzzo ricca di vuoti e porosità, innesca un moderato potere filtrante della stessa acqua da elementi inquinanti, salvaguardando così l’ambiente ed evitando il depauperamento delle risorse idriche e dando vita ad una nuova edilizia sostenibile.

Regolazione del Microclima

L’elevata porosità di questo massello autobloccante, innesca un moderato sistema di ricircolo dell’aria che permette l’evaporazione dell’acqua dagli strati sottostanti. Questo può esplicare un “effetto rinfrescante” in prossimità del suolo, riducendo così il fenomeno noto come “isola di calore” ed aiuta ad accelera lo scioglimento della neve o del ghiaccio che si può formare sulle superfici continue durante i periodi più freddi dell’anno.

vuoto
pavimenti_roller_roller_olimpia_dry

Roller Olimpia Dry Out

pavimenti_roller_roller_1021_dry

Roller 10-21 Dry Out

vuoto


Linea Roller e Filtranti

Il massello autobloccante in calcestruzzo con finitura roller, a doppio strato normale o quarzato, rappresenta la soluzione unica laddove si debba creare una superficie di transito perfettamente dritta. Infatti, questo tipo di massello autobloccante è prodotto con spigolo superiore dritto e non arrotondato, evitando quelle scanalature che delimitano ogni singolo elemento nelle normali pavimentazioni.
L’impiego naturale è quindi nelle aree di transito di supermercati, centri commerciali o marciapiedi, dove il transito è fatto con carrelli della spesa, carrozzine od altro.
La colorazione dell’impasto è fatta solo con ossidi inorganici di primissima qualità.

Norme di riferimento:
UNI 7087
UNI EN 1338
L.13/89 – D.M. 236/89

Caratteristiche tecniche:
tolleranza dimensionale media: +/- 2 mm
tolleranza spessore media: +/- 3 mm

Tipologia: DOPPIO STRATO DOPPIO STRATO QUARZATO
Impiego previsto: esterno esterno
Emissione di amianto: assente assente
Resistenza carico alla rottura per unità di lunghezza: > 250 Mpa > 250 Mpa
Resistenza a trazione indiretta per taglio: media > 3,6 Mpa media > 3,6 Mpa
Resistenza allo scivolamento / slittamento: passa > 60 passa > 60
Resistenza all’abrasione: Classe 3h
traccia < 23 mm
Classe 4i
traccia < 20 mm
Durabilità -resistenza agli agenti climatici: Classe B
(Wa < 6% in media)
Classe B
(Wa < 6% in media)
Reazione al fuoco: A1 A1

Posa ideale:
Su riporto di pietrischetto spaccato di 4-6 cm di spessore, ben compattato e livellato. Qualora il sottofondo sul quale si stende il pietrischetto sia costituito da ghiaione naturale ben compattato (30-40 cm) è opportuno interporre uno strato di geotessuto (sezione 1), che non si rende invece necessario qualora il sottofondo sia costituito da platea in calcestruzzo armato con rete elettrosaldata (sezione 2).
Qualora si pongano in opera massello colorato o varianti a più colori è opportuno posare il materiale da più bancali contemporaneamente onde uniformare eventuali naturali differenze di tonalità.

sezione1
sezione2

Destinazione d’uso:
spessore cm 6: traffico veicolare e medio pesante (fino 35 q.li di carico);
spessore cm 8: traffico pesante

Note:
Tutto il calcestruzzo, sia esso colorato che non, è soggetto ad un fenomeno naturale e non eliminabile, noto come efflorescenza. Tale fenomeno si manifesta con una patina bianca (carbonato di calcio) sulla superficie che non pregiudica la qualità del prodotto e naturalmente scompare. L’efflorescenza può quindi caratterizzare il massello autobloccante in calcestruzzo.
Eventuali difformità della merce rispetto a quanto ordinato andranno tempestivamente comunicate prima della posa.
Maggiori aspetti qualitativi sono definiti sulla scheda tecnica, prodotto che può essere richiesta alla ditta CEDA s.p.a.

Certificazioni

massello-scheda-ce
massello-dop
vuoto
vuoto