Olimpia

NEWS 014 NOVEMBRE 2012


Olimpia

La naturale finitura superficie ad effetto pietra, abbinata alle grandi dimensioni dei quattro elementi che la compongo, rendono questa pavimentazione la naturale risposta per tutte quelle ambientazioni dove funzionalità e bellezza sono da conciliare. Continue reading

Beton Led

NEWS 013 LUGLIO 2011


betonled_04

 

 

 

 

 

betonled_07
beton_led è una nuova metodologia produttiva, brevettata da CEDA, che permette di applicare stabilmente una sorgente luminosa del tipo led (Light Emitting Diode) su manufatti in calcestruzzo vibrocompresso. Questa grande innovazione permette di avere a disposizione nuovi prodotti da impiegare nei più diversi contesti architettonici, laddove prima si potevano utilizzare solo sorgenti luminose del tipo “ad incasso” e quindi più o meno in rilievo, ma da ora con un grande risparmio di tempo e ad un prezzo competitivo.

Vantaggi che illuminano ogni progetto

betonled_14I prodotti della linea beton_led si caratterizzano per l’elevato standard tecnologico, poiché i normali manufatti in calcestruzzo vengo utilizzati quali supporti per una sorgente luminosa del tipo led, creando così un supporto estremamente robusto e durevole.

 

betonled_18La sorgente luminosa è perfettamente “a filo” della faccia interessata e dunque non crea alcun ostacolo al transito pedonale o veicolare grazie all’impiego di particolari resine polimeriche trasparenti. Quindi qualsiasi azione radente sulla superficie (esempio azione dello spazzaneve) non è di pregiudizio alla superficie luminosa.

betonled_20La scelta fatta sulla sorgente luminosa del tipo led, pone grande attenzione alle problematiche di risparmio energetico (basso consumo) e quindi anche grande attenzione verso l’ambiente (riduzione emissioni di CO2).

 

betonled_24Inoltre il manufatto è resistente agli atti di vandalismo: la sorgente luminosa è composta da moduli indipendenti e solo distruggendo completamente il manufatto è possibile spegnerlo.

 

 

betonled_26Il fatto poi che i manufatti luminosi della linea beton_led siano perfettamente identici a quelli di normale produzione, rende questi prodotti degli “accessori”, utilizzabili cioè in base alle esigenze progettuali emerse e dimensionabili su misura, in termini di potenza luminosa emessa, con bassi costi di installazione.

betonled_30La scelta del led attribuisce grande affidabilità a questi nuovi prodotti: il led non altera la sua resa luminosa al variare della temperatura ed essendo alimentato a 12V  funziona anche se viene immerso in acqua.

 

La forza di una scelta: i led.

Le sorgenti luminose a led si caratterizzano per le loro performance sorprendenti:lunga durata ed affidabilità (oltre 70.000 ore) e senza la necessità di programmare alcuna manutenzione. I led impiegati sono impermeabili (IP 65) e quindi protetti contro ogni eventuale infiltrazioni;

basso consumo di energia elettrica rispetto alle normali sorgenti luminose ad incandescenza, a parità di condizioni illuminotecniche;

all’alta luminosità e brillantezza della luce emessa; rapidità di accensione, anche alle basse temperature;

riduzione delle emissioni di CO2 nell’atmosfera, con grande attenzione verso l’ambiente e verso la limitatezza delle risorse disponibili;

elevata sicurezza anche in presenza di acqua grazie al basso voltaggio di funzionamento.

La sorgente luminosa è alimentata a 12V e può avere potenza luminosa
diversa (60 o 120 lumen) a seconda delle esigenze progettuali emerse. Il
loro consumo è esiguo: la sorgente da 60 lumen consuma circa 0,8 Watt.

Ideale in ogni progetto architettonico

 

Rotatorie e incroci

per evidenziare

i percorsi in

condizione di scarsa

illuminazione

 

Parcheggi e viali

pedonali per una

efficace definizione

dei percorsi

 

Marciapiedi e isole

spartitraffico

per una migliore

segnalazione degli

ostacoli

Reflex prodotto innovativo

NEWS 012 MAGGIO 2011


Oggi le buone idee hanno trovato casa in
innovatori

Il Governo Berlusconi ha istituito con la legge finanziari del 2006 l’Agenzia per la diffusione delle Tecnologie per l’Innovazione che si prefigge come compiti, tra gli altri, la promozione delle innovazioni (invenzioni) a livello nazionale ed internazionale.

Nella selezione delle Innovazioni per l’anno 2011-2012,

l’Agenzia ha selezionato anche la linea
“REFLEX: Elementi ad alta Visibilità”

di CEDA: un’importante riconferma dei già importanti riconoscimenti fino ad ora conseguiti.

Approfondisci
sito_reflex_1

Maggiori informazioni
sulla gamma prodotti REFLEX:
www.cedaspa.it/reflex/index.html

sito_reflex_2

Maggiori informazioni
sull’Agenzia per la diffusione delle Tecnologie per l’Innovazione:
www.aginnovazione.gov.it

CHI SIAMO

Cosa Facciamo

 

I riconoscimenti del nostro lavoro:
I risultati di questa continua ricerca tecnologica sono i numerosi riconoscimenti che i nostri prodotti stanno avendo in ogni ambito professionale:
news2_05_2011

A CEDA IL PREMIO “COSTRUIRE 2008”

LA LINEA REFLEX VIENE PREMIATA COME PRODOTTO MAGGIORMENTE INNOVATIVO DELL’ANNO

news1_05_2011

CEDA VINCE TRA 31 PROPOSTE

SELEZIONATE UN PREMIO AL DESIGN DELLE MIGLIORI AZIENDE ATTIVE NEL TRIVENETO

news3_05_2011

CERCATE SOLUZIONI INNOVATIVE?

UNA GRANDE NOVITÀ NEL MONDO DELLE PAVIMENTAZIONI: LA LINEA REFLEX NEL PIÙ GRANDE DATABASE DEL MONDO.

news4_05_2011

NEW MATERIAL SPACE

UN GRANDE SAIE ALL’INSEGNA DELLA GRANDE ARCHITETTURA

 

 

 

Vecchio Lastrico

NEWS 011 OTTOBRE 2010


Vecchio Lastrico

news2010_1-0

Ispirato alle antiche pietre che, lavorate a mano in ogni fase, venivano utilizzate per pavimentare strade e piazze, Vecchio Lastrico è una pavimentazione autobloccante da esterno davvero innovativa. Grazie alla particolare trama della superficie che lo rende del tutto simile alla pietra lavorata artigianalmente, è possibile ricreare un effetto davvero unico.

news2010_1-1b

In aggiunta, un’ampia gamma di colorazioni dalle tonalità calde e naturali, permettono di utilizzare Vecchio Lastrico in ogni progetto architettonico con un ottimo risultato.

news2010_1-2

 

Codice
41060_ doppio strato

Dimensioni
295×195 mm
245×195 mm
195×195 mm
160×195 mm

Spessore   60 mm

Peso mq   135 kg

Nr pezzi a mq   variabile

mq a bancale   11.60

Pezzi per bancale   250

 

Colorazioni standard

news2010_1-3  _ 2A Ardesia
Nero
Grigio
Nero Fumo

  _ 6I Imperiale
Giallo
Tabacco
Bianco
Sabbia

  _ 01P Pietra
Nero
Giallo
Tabacco

  _ 01R Trentino
Nero
Testa di Moro
Cotto
Tabacco

Grigliato Lagos

NEWS 010 OTTOBRE 2009


 Grigliato Lagos

Progettare il futuro

Arredo Urbano

NEWS 009 MAGGIO 2009


La nuova linea di panche per arredo urbano di CEDA nasce dalla consapevolezza che valorizzare gli spazi esterni è possibile, perchè rendere l’ambiente più confortevole è diventato sempre più una necessità. La valorizzazione degli spazi pubblici e dei parchi passa anche attraverso oggetti che, oltre ad essere funzionali, siano anche belli: la qualità di un intervento architettonico dipende da accessori che si integrino perfettamente con il contesto nel quale si vanno ad inserire e permettano alla collettività l’armoniosa fruizione dell’opera.

La scelta fatta è stata quella di affidare la creazione di questi oggetti d’arredamento ad uno degli Architetti paesaggisti più signifi cativi del nostro decennio, l’Architetto Portoghese João Nunes socio fondatore dello Studio Proap di Lisbona. Solo dalla mano attenta di un professionista, che ha fatto dell’amore per la sua professione un’arte potevano nascere manufatti che oltre ad essere belli sono anche funzionali.

Oggetti d’arredo quindi realizzati attraverso l’impiego di materie prime selezionate, di leganti di primissima qualità additivati con biossido di titanio per conferire all’elemento proprietà autopulenti e rifi niti a mano, per ricreare superfici che eguaglino la pietra. Questa è la nuova linea di panche prodotte da CEDA.

Ha contribuito alla realizzazione del progetto l’Arch. Paolo Panetto dello Studio Exit Architetti Associati di Treviso quale referente Italiano dell’Arch. João Nunes.


 

faro1

La panca Faro si caratterizza per la geometria definita ed il grande rigore esecutivo.Il risultato è un elemento parallelepipedo essenziale, dal colore bianco perla, privo di decorazioni e dal grande impatto scenico.

Per questo la panca Faro ben si adatta a tutti quegli spazi dove questo elemento, con la sua presenza, non debba sovrastare il contesto architettonico ma fondersi in un’unione elegante e discreta, ma senza rinunciare alla propria identità.

faro2


 

tavira

La panca Tavira si caratterizza per la modularità con cui può essere composta e per la possibilità di comporsi anche in modo curvilineo. Composta da elementi cubici di colore bianco perla, si adatta a tutti quegli spazi caratterizzati dal transito di un grande numero di persone.

Questi elementi si possono assemblare a piacimento, fungendo anche da cornice a perimetri non lineari. L’accostamento dei vari elementi permette di realizzare un numero illimitato di posti lasciando così la massima liberta espressiva.

tavira2


 

lisboa1

La panca Lisboa si caratterizza per la presenza di un grigliato in legno di Iroko che funge da seduta sopra ad un monolite bianco perla. Il risultato è una panca che abbina l’essenzialità della forma al calore del legno in una gradevole unione.

Per questo la panca Lisboa ben si adatta a tutti quei contesti dove modernità e tradizione si sposano.

lisboa2


 

sines1

La panca Sines si caratterizza per il particolare impatto scenico che la rende la soluzione ottimale dove lo spazio aperto è l’elemento dominante. La panca è composta da una grande seduta bianco perla tenuta in posizione daquattro corde d’acciaio saldamente fissate a due montanti circolari.

La panca Sines si contraddistingue per l’ingegno con cui funzionalità ed eleganza si sono fusi insieme, divenendo così un tutt’uno in un prodotto decisamente nuovo.

sines2


 

ferreira

Laureato in Architettura Paesaggista presso l’Instituto Superior de Agronomia da Universidade Técnica di Lisbona, ha conseguito il Master in Architettura del Paesaggio presso la Escola Tècnica Superior d’Arquitectura di Barcellona, Universitá Politecnica di Catalunya.

Fondatore e principale responsabile dello Studio di Architettura Paesaggista PROAP – Estudos e Projectos de Arquitectura Paisagista Lda, attraverso il quale esercita la sua attivitá di progettista.

Docente presso l’Istituto dove conseguí la laurea, ha esteso la sua attivitá didattica come conferenzista in seminari presso varie scuole, tra cui Harvard, Universitá di Girona, Escuela Tècnica Superior d’Arquitectura di Barcellona, Istituto Universitario di Architettura di Venezia, Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, Roma La Sapienza, Roma Facoltà di Architettura “Ludovico Quaroni”, Facoltà di Architettura di Napoli.

‘PROAP – Estudos e Projectos de Arquitectura Paisagista Lda’, riunisce un vasto gruppo di professionisti dell’architettura del paesaggio, dell’architettura, del design e delle arti plastiche, che fanno capo ad un nucleo rappresentato da João Nunes e Carlos Ribas.

Il lavoro e la ricerca dello studio si orientano intorno ad un principio di intervento nel paesaggio a partire dall’interpretazione e dal riconoscimento delle sue regole e dei suoi meccanismi di funzionamento

Nel 2001-2002 PROAP realizza una mostra itinerante in Italia, presentata a Milano, Modena, Torino, Benevento, Salerno, Venezia e Roma; selezionata per rappresentare il Portogallo alla 8ª Biennale di Architettura di Venezia, che raccoglie alcuni dei progetti realizzati piú significativi.

www.proap.pt

firma

Premio Costruire 2008

NEWS 008 GENNAIO 2009


PREMIO COSTRUIRE 2008

Pagina-Web-premio-costru-03
Pagina-Web-premio-costru-04 Pagina-Web-premio-costru-05 scarica pdf dell’
articolo

Il Premio costruire 2008, indetto dalla omonima rivista, vuole premiare i prodotti che vengano ritenuti maggiormente innovativi nell’anno, tra tutte le aziende Italiane operanti nel settore dell’edilizia.

Quest’anno la giuria composta da:
Ernesto Antonini (Architetto – Professore associato),
Gianni Boeri (Architetto – Libero professionista),
Marco Buriani (Ance),
Umberto Menicali (Geologo – Ricercatore),
Giorgio Raffellini (Ingegnere – Professore Ordinario),
Nicola Sinopoli (Ingegnere – Professore Ordinario),
Emmanuele Villani (architetto – Libero Professionista),
Augusto Vitale (architetto – Professore Ordinario)

ha selezionato quattro prodotti tra cui REFLEX di CEDA
con la seguente motivazione:

per la capacità di introdurre un’innovazione di processo all’interno di un settore maturo e ampiamente indagato come quello delle pavimentazioni autobloccanti, integrandosi con i
sistemi e le modulatità esistenti per implementare funzionalità e sicurezza stradale.

reflex_fascia3


LINK E APPROFONDIMENTI
Pavimentazioni innovative > www.cedaspa.it/materialconnexion.html
Sito Reflex > www.cedaspa.it/reflex/index.html 
scarica PdF del catalogo > www.cedaspa.it/download.php


I RICONOSCIMENTI DEL NOSTRO LAVORO:

I risultati di questa continua ricerca tecnologica sono i numerosi riconoscimenti che i nostri prodotti stanno avendo in ogni ambito professionale:

premio_10

NEW MATERIAL SPACE AL SAIE 2007

Il prodotto REFLEX è stato selezionato da una giuria composta dai direttori delle cinque più importanti riviste del settore, tra i 1700 espositori presenti al saIe 2007 per entrare nella lista delle 10 aziende con le innovazioni più interessanti ed esposte in una mostra nell’area centrale del Centro Servizi del SAIE.
[leggi l’articolo …]

premio_12

MATERIAL CONNEXION

Material Connexion è un database mondiale dei prodotti innovativi con sede a New York ed uffici in tutto il mondo, ha selezionato ed inserito nel proprio database la linea REFLEX. Il database si arrichisce ogni mese di circa 30 nuovi prodotti che le varie sedi propongono e la giuria di new York accredita, a suo insindacabile giudizio. La sede di Milano espone in modo permanente i prodotti innovati alla Triennale di Milano.
[leggi l’articolo …]

premio_14

PREMIO ODERZO 2008 – AZIENDA E DESIGN

Al premio hanno concorso numerose aziende della provincia di treviso, talune anche di fama mondiale, per un totale di 79 progetti selezionati.
la giuria composta da Paolo Favaretto, Gian Nicola Gigante, Gianluigi
Pescolderung, Tobia Scarpa, Armando Sutor, Francesco Fregonese, ha conferito alla ceda spa il premio per la categoria B senza execuo, ritenendola dunque la più meritevole nella sua categoria, tra le aziende concorrenti.
[leggi l’articolo …]

 

Premio Oderzo 2008 – Azienda e Design

NEWS 007 DIC 2008


news_007_dic_2008_1


 

UN PREMIO AL DESIGN
DELLE MIGLIORI AZIENDE
ATTIVE NEL TRIVENETO

Unindustria Treviso premia le invenzioni delle aziende.
Un importante riconoscimento ai migliori prodotti di design
e ai progetti comunicativi.

CEDA vince tra 31 proposte selezionate.

 


 

news_007_2008_loghinews_007_2008_1 news_007_2008_2 news_007_2008_3 news_007_2008_4 news_007_2008_5 news_007_2008_6

Nella splendida cornice di Palazzo Foscolo a Oderzo (TV) si è tenuta la premiazione del premio ODERZO 2008 AZIENDA E DESIGN, promosso da UNINDUSTRIA TREVISO, Fondazione Oderzo Cultura onlus, Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti conservatori della Provincia di Treviso e Comune di Oderzo, finalizzato a segnalare, valorizzare e promuovere le aziende del triveneto che abbiano raggiunto livelli d’eccellenza grazie al contributo del design.

La CEDA spa era presente con due prodotti innovativi:

news_007_dic_2008_2
IL GRIGLIATO LAGOS

(designer Arch. Joao Nunes – Proap Lisbona)

LA LINEA REFLEX
news_007_dic_2008_3

(designer Dott. Giorgio Dall’Armellina – CEDA Spa)

È stato conferito il premio alla linea di masselli autobloccanti riflettenti REFLEX. Tale premio è stato attribuito:

…per le aziende che abbiano raggiunto, tramite la valorizzazione del ruolo del graphic design, alti livelli nel campo della comunicazione ed immagine aziendale, della comunicazione coordinata dei propri prodotti e della innovazione del packaging.

Il premio, consegnato dal presidente dell’Ordine degli Architetti di Treviso Arch. Rebuli, ha avuto la seguente motivazione:

per il contributo offerto nella grafica d’ambiente ai sistemi di comunicazione segnaletica ed informativa degli spazi collettivi, integrando design della comunicazione e design del prodotto in un risultato che offre soluzioni efficaci anche bisogni dell’accessibilità disabile.

Al premio hanno concorso numerose aziende della provincia di Treviso, talune anche di fama mondiale, per un totale di 79 progetti selezionati.
La giuria composta da Paolo Favaretto, Gian Nicola Gigante, Gianluigi Pescolderung, Tobia Scarpa, Armando Sutor, Francesco Fregonese, ha conferito alla CEDA Spa il premio per la categoria B senza execuo, ritenendola dunque la più meritevole nella sua categoria, tra le aziende concorrenti.
La giornata ha dato vita anche ad una tavola rotonda dal titolo “DESIGN, MOTORE DI SVILUPPO” alla quale sono intervenuti:
Matteo Vercelloni consulente editoriale rivista Interni
Tobia Scarpa designer
Gianluigi Pescolderung visual designer
Marc Sadler designer
Fausto Pinarello presidente Cicli Pinarello spa

con la conduzione:
Medardo Chiapponi preside facoltà Design e Arti – IUAV

I prodotti della CEDA spa, assieme ai prodotti delle aziende selezionate dalla giuria del premio per un totale di 29 prodotti, sono ora esposti a Palazzo Foscolo – Oderzo (TV) – in una mostra aperta al pubblico (ingresso libero) fino al 28 dicembre 2008.


reflex_fascia3

REFLEX: più sicurezza in ogni ambito

Superfici in evoluzione

NEWS 006 NOV 2008


Superfici in evoluzione

Nella ricerca di offrire sempre prodotti all’avanguardia, nasce la nuova linea di tegole ceramicate CEDA con Dichiarazione Ambientale EPD

news_07-11_tegole1

La costante ricerca di nuove calde tonalità superficiali e la forte sensibilità verso l’ambiente hanno portato alla formulazione di una nuova gamma di tegole in calcestruzzo ceramicate con Certificazione Ambientale EPD.

Le originali cromie superficiali, studiate avendo sempre a riferimento la tradizione delle coperture nel nostro paese, hanno portato alla nascita di sei nuove colorazioni: Coppo Cima, Coppo Canaletto, Coppo Giotto, Coppo Palladio, Coppo Veronese e Coppo Tiepolo ne sono il risultato. Prodotti dal nome importante, che cercano di evocare le sensazioni che questi grandi pittori hanno suscitato nel collettivo comune con le loro opere.

L’obiettivo era quello di ricercare colorazioni che potessero creare un impatto visivo che trasmettesse al fruitore una sensazione di “naturalezza”. L’ispirazione è stata ricerca nell’ambiente circostante, nei colori dei materiali che ci circondano. Il risultato è stato un originale gioco di cromie, che abbinato alla particolare superficie ad effetto ceramicato, danno vita ad infinite possibilità d’impiego per questi prodotti, in innumerevoli contesti ambientali o architettonici.

Seguendo poi le ultime tendenze costruttive si è voluto conseguire la Certificazione Ambientale EPD su queste tegole, mettendo “in chiaro” le prestazioni ambientali del ciclo di vita (LCA) del prodotto.

epd

NUOVE COLORAZIONI PER RENDERE UNICO OGNI VOSTRO PROGETTO


Coppo Tiepolo

news_07-11_colori_tiepolo news_07-11_tiepolo

colore base
TESTA DI MORO CHIARO
con sfumature
TESTA DI MORO / BIANCO


Coppo Veronese

news_07-11_colori_veronese news_07-11_veronese

colore base
ROSSO
con sfumature
TESTA DI MORO / BIANCO


Coppo Palladio

news_07-11_colori_palladio news_07-11_palladio

colore base
COTTO
con sfumature
TESTA DI MORO


Coppo Canaletto

news_07-11_colori_canalettonews_07-11_canaletto

colore base
ROSSO
con sfumature
TESTA DI MORO


Coppo Giotto

news_07-11_colori_giotto news_07-11_giotto

colore base
COTTO
con sfumature
TESTA DI MORO / ROSSO


Coppo Cima

news_07-11_colori_cimanews_07-11_cima

colore base
COTTO
con sfumature
ROSSO / AVORIO